Santa Chiara sceglie una soluzione High Tech per l’efficienza energetica

by Administrator, 30 Ottobre 2020

Santa Chiara da tempo si presenta come una realtà sempre più attenta alle tematiche ambientali e di efficientamento energetico e in questo contesto ha scelto di implementare la propria dotazione impiantistica con l’introduzione di una Turbina a Gas «oil-free».
Grazie al determinante contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, che ha confermato ancora una volta la sua attenzione verso il nostro Istituto, abbiamo acquistato un sistema di cogenerazione ad alto rendimento, con una produzione combinata di calore utile ed elettricità, introducendo la filosofia “clean & green”, già utilizzata in strutture di eco-hotel, nell’attività di accoglienza tipica delle residenze per anziani, ciò nel totale rispetto dell’ambiente.
Il fabbisogno energetico richiesto dalla RSA S. Chiara sarà soddisfatto grazie all’installazione di una turbina “senza olio” Capstone C30 in grado di produrre 30 kW di energia elettrica e 70 kW di energia termica, contribuendo a ridurre le emissioni di C02 nell’atmosfera di 180 Tonnellate all’anno con un risparmio energetico di oltre il 30% e con un conseguente risparmio sull’utenza gas, stimabile al momento in circa 10mila euro annue.
Negli ultimi anni l’ASP Santa Chiara ha avuto un netto miglioramento dal punto di vista economico-finanziario e ciò ha consentito l’avvio di una politica di investimenti che, con la fondamentale collaborazione della Regione Toscana e della Fondazione CRV, ha visto interventi di riqualificazione della Residenza ed adeguamento ai migliori standard di riferimento, con riguardo anche all’efficientamento energetico della struttura, per circa 500.000 euro.
Santa Chiara sta dedicando del resto particolare attenzione allo sviluppo della tecnologia intesa come moderni strumenti di ausilio nell’assistenza. Tra questi vi è senz’altro la cartella socio-sanitaria informatizzata, che consente di conoscere in tempo reale le condizioni dell’ospite e di tracciare tutte le attività degli operatori. Inoltre, è proprio di questi mesi, giocoforza, lo sviluppo di un sistema di videochiamate a causa del recente reiterato divieto di visite dei familiari agli anziani ospiti a causa della pandemia e della delicata situazione che stanno vivendo le RSA a livello regionale e nazionale.
Nel complesso S. Chiara cerca di mantenere e sviluppare i propri livelli di efficacia e efficienza nell’erogazione dei servizi al fine di rispondere in maniera puntuale alle necessità dei propri assistiti, ciò purtroppo in un quadro di oggettive difficoltà che richiedono sempre la massima attenzione e concentrazione.

Asp Santa Chiara