Iniziata la 12ª edizione de “I Pranzi di Babette”

by Administrator, 6 novembre 2017

Sabato 28 ottobre a Santa Chiara ha preso il via la 12ª edizione de “I Pranzi di Babette”, secondo una formula ampiamente collaudata e apprezzata dagli anziani ospiti della residenza. L’edizione 2017/18 prevede quattro pranzi, uno per ogni stagione e l’inaugurazione è stata affidata alle “Cene Galeotte”, ovvero agli chef della Casa di Reclusione di Volterra, che hanno preparato e servito un pranzo realizzato con i prodotti tipici della stagione autunnale (ottimi gli involtini con i funghi, il brasato con la polenta e il tortino di castagne). Il pranzo ha avuto anche un respiro internazionale con graditi ospiti i rappresentanti delle città gemellate con Volterra oltre al sindaco Marco Buselli e all’assessore alla cultura Eleonora Raspi.

Come si ricorderà, l’iniziativa dei Pranzi di Babette trae ispirazione dall’omonimo racconto di Karen Blixen, e consiste in una serie di pranzi preparati da associazioni, ristoratori e altre realtà locali che offrono agli ospiti della struttura specialità della cucina toscana utilizzando prodotti locali e della tradizione, ancora vivi nella memoria degli anziani.

Non solo, i pranzi rappresentano anche una imperdibile occasione per gli ospiti di trascorrere qualche ora serena e conviviale con amici e familiari, unendo buon cibo, divertimenti e affetti.

Nell’occasione, ci teniamo a ringraziare gli educatori professionali, la direttrice del carcere Mariagrazia Gianpiccolo che ha permesso tutto questo e naturalmente i cuochi che hanno preparato un pranzo particolarmente piacevole. Altro grazie va ai ragazzi di sala e agli agenti di polizia penitenziaria, Nicola Silvestri, Fabio Chiossi e Fabio Bellomi, i quali hanno coordinato il lavoro in cucina e in sala. Grazie quindi a tutti coloro che hanno partecipato per aver reso questa giornata una giornata davvero speciale.

ASP Santa Chiara

(Articolo in pubblicazione fino a Friday 6 April 2018 11:15)

logo1Site design  by Isabella MZD Ahmadzadeh 2015 Photo Credits: Antonio Veracini Powered by Wordpress/JKreativ